Lo shopping come l'hai sempre sognato.....

P. Iva 04751950264

Mogliano Veneto - Treviso - Italy

mob: +39 3395855133


carla@mypersonalshopperinvenice.com

Rosso Valentino

28.02.2016 10:37

Valentino apparteneva ad una classe sociale che considerava la moda un passatempo per aristocratici. Zia Rosa confezionava vestiti e lui la aiutava.

Si trasferì subito dopo la guerra a Parigi, come molti altri stilisti, e qui affinò la sua tecnica lavorando per 2 anni nell'atelier di Guy Laroche. Nel 1959 decise di ritornare in Italia.

ROMA

Milano, Roma e Firenze erano le 3 città italiane che si contendevano il primato della moda in Italia. Valentino scelse Roma, città che negli anni '60 rappresentava la Dolce Vita.

Decise di lavorare con il mondo del cinema perchè senz'altro gli avrebbe dato più visibilità delle riviste di moda.

Scoprì molto presto il potere dell'approvazione delle celebrità. Adorava il jet set.

Con la presenza di Valentino nell'industria cinematografica, la moda italiana poteva finalmente contendere a Parigi, la posizione di punto di riferimento in quel mondo.

Acquisì presto la clientela americana perché vestiva Jackie Kennedy - suo l'abito di nozze per il matrimonio con Aristotele Onassis.

I SUOI TRATTI

La V di Valentino, molto pronunciata, molto scollata, divenne il suo logo ufficiale. Ma la sua non era una moda sexy. I suoi abiti avevano una linea molto elegante , da principessa, che allungava la silhouette, la vita leggermente alta, il giro manica e la manica stretta, la scollatura tonda e sobria. 

Caratteristiche che rimangono ancora oggi nello stile Valentino, anche se altri 2 stilisti hanno preso in mano la direzione dell'atelier con molto successo.

Il codice di Valentino, ossia il suo tratto distintivo, é il colore rosso, un particolare tono di rosso, molto caldo con una punta di arancione, chiamato appunto ROSSO VALENTINO.

Questo stilista aveva un sesto senso nel capire quale era la città del decennio su cui puntare: negli anni '60 era stata Roma, negli anni '70 era New York e qui aprì nuove boutiques e frequentò artisti come Andy Warhol.

Diresse la sua casa di moda per 50 anni . L'identità della Maison Valentino era incorporata nella sua persona: Valentino ha rappresentato più dei suoi vestiti, ha rappresentato uno stile di vita. I suoi clienti, comprando i vestiti di Valentino desideravano immedesimarsi in lui, vivere il suo lusso.

Valentino ha rappresentato l'apice del lusso e dell'eleganza e adora essere chiamato re, imperatore. E' lo sceicco dello chic, dell'esclusivo e del bello, aristocratico del gusto e della vecchia cultura!!